Le Leggende di Andor, l’unboxing

5

Una sezione del bellissimo tabellone di gioco de “Le Leggende di Andor”

Questo pomeriggio mi è finalmente arrivato uno dei giochi da tavolo più attesi e chiacchierati di questo periodo antecedente la Fiera di Essen. Si tratta de “Le Leggende di Andor” il gioco cooperativo fantasy di Michael Menzel. Non ho resistito ed ho subito aperto la scatola. Quelle che trovate di seguito sono le mie impressioni sui materiali, domani posterò una recensione in base alle prime due o tre partite. Innanzitutto le Leggende di Andor ha una scatole bella zeppa di materiali, per il 90{45a53e705f98b6823220a281a6597077c8b3ad20ccbff6d88db276be4813c7cd} si tratta di carta e cartoncini. Le uniche cose non cartacee sono i dadi, di due grandezze diverse e di sei colori differenti, ed i segnalini di legno, dischi e cubetti, del colore dei giocatori.

Le carte sono di due grandezze differenti. Quelle delle leggende sono formato Dixit, mentre le altre sono formato classico, diciamo alla Magic. In entrambi i casi consiglio di imbustarle immediatamente perchè non mi hanno dato l’idea di essere robustissime. Discorso diverso per il materiale in cartoncino. Dalle sagome usate per personaggi e nemici, non ho sentito la mancanza delle miniature in plastica o ferro, fino ai segnalini che indicano il denaro e gli equipaggiamenti, la qualità è ottima. Sono tutti solidi e ben disegnati.

Una menzione a parte meritano le schede personaggio ed i vari tasselli esplicativi. Le schede personaggio sono stata fatte sul modello dei videogames. Il personaggio indossa e sveste gli equipaggiamenti man mano cambiando così aspetto. Una cosa che dà una certa soddisfazione. Mentre le schede riassuntive sono ottime e dettagliate.

Le Leggende di Andor ha fatto molto discutere per quanto riguarda il regolamento. Nella scatola ci sono due manuali. Uno, l’almanacco, che sostanzialmente riporta il contenuto della scatola ed il glossario dei termini, e l’altro, il regolamento vero e proprio, che è formato da quattro pagine di cui al massimo due di testo scritto. In sostanza per cominciare a giocare le Leggende di Andor ci vuole veramente poco.

Come avrete notato ho lasciato per ultimo il tabellone di gioco, che è double face. Mi è piaciuto molto. Bello grande, illustrato ottimamente, restituisce l’atmosfera classica del fantasy e ti fa venir voglia di giocare. Chiaramente il retro, dove l’ambientazione diventa sotterranea, è più attraente, ma ci sarà tempo per approfondire. Se vi può essere utile il gioco l’ho acquistato da Ready2Play al costo di 38.95 euro e mi è arrivato a due giorni dall’ordine. Sulla mia pagina di Facebook, l’indirizzo lo trovate alla fine del post, c’è un album di fotografie dedicato all’unboxing de “Le Leggende di Andor”. Non sono un fotografo ma ci sono circa sessanta fotografie che possono aiutarvi a farvi un’idea del gioco.

A domani. Nell’attesa date uno sguardo al video tutorial di Sky Traders. Buona Visione e Buon Gioco.

Segui Giochi & Giocatori su Facebook e su Twitter

Share.

About Author