Giochi e Giocatori intervista Marco Bisterzo aka “Il Maestro”

5

Ho visto uomini giocare ai giochi da tavolo, ho visto uomini ballare i balli latino americani, ho visto uomini correre a piedi e veleggiare sulle onde. Ho visto uomini insegnare, abbordare e viaggiare. Ho visto uomini martellare game designer e fare cose strane con i cappelli da cowboy, e poi ho scoperto che non erano uomini. Era Marco Bisterzo aka “Il Maestro”. Di seguito l’intervista che ho fatto al venerabile. Buona Lettura.

Come ti sei avvicinato al mondo dei giochi da tavolo?
Beh in realtà ho sempre giocato da tavolo, ricordo che quando giocai da bambino per la prima volta a Risiko non uscii più di casa per giorni per crearne artigianalmente una copia con ancora più stati… Negli ultimi anni avevo creato un gruppo di gioco e tutti i giovedì facevamo il Risiko poi ho conosciuto Marco Castellano e il suo negozio ed ho scoperto i moderni boardgames

Da semplice giocatore sei diventato un promotore, sei parte attiva di un’associazione ludica, cosa fai/fate per diffondere il gioco intelligente?
Si, faccio parte della Gilda del Grifone di Torino dove ho conosciuto molti nuovi appassionati e dove ho , grazie alla loro pazienza, la possibilità di far provare sempre giochi nuovi ogni giorno. Ultimamente collaboro attivamente anche con una nuova realtà ludica torinese il Jolly Joker Boardgame Cafe’ grazie all’ amicizia che mi lega ad uno dei soci ovvero Luca Bobbio. Anche qui nella serata del giovedì nuovi giochi e nuove amicizie. Inoltre grazie a queste due realtà ho la possibilità di visitare le più importanti fiere del settore italiane e non. Mi impegno inoltre per organizzare giornate, di solito il sabato, dove poter promuovere i nuovi prodotti .

Ti vedo spesso al tavolo con diversi autori italiani e non, miri al titolo di peggior rompiscatole dell’Europa Unita oppure sono altre le motivazioni che ti spingono a queste frequentazioni?
Ahahah! Si conosco alcuni autori ma ad essere sincero un vero rapporto di amicizia esiste con Andrea Chiarvesio con il quale devo dire c’è stata subito sintonia anche perché come mi ha recentemente ricordato in una sua dedica sulla scatola di Hyperborea sono l’unico ballerino latino americano degno di essere ricordato nel novero delle sue amicizie.

Ti è mai capitato, durante la fase di playtest di un gioco, di dare un’indicazione che è stata poi recepita dall’autore?
Forse ultimamente al playtest dell’opera di un nostro comune amico autore esordiente Francesco Testini, nome che fareste bene a segnarvi… A beh ho poi provato l’espansione di Hyperborea che ho molto apprezzato , anche qui i consigli sono stati bene accetti come ad Ideag dove giocavamo in casa e dove forse la maggior parte degli autori esordienti mi ascoltava come ascoltare un santone.

Sei noto per avere un’affezione speciale per i giochi della GMT, cosa ti piace dei giochi della benemerita casa editrice americana?
Beh, come sanno tutti i miei amici , io ho una predilezione per tutto quello che è stelle e strisce . L’affezione nasce dal fatto che in GMT trovo sempre titoli che mi affascinano e che sono costantemente nella mia top ten . La trovo la Apple dei giochi da tavolo per la pulizia e minimalismo delle sue scatole…

Let's dance

Let’s dance

Oltre a giocare fai diverse attività. Ballo, Corsa, Qualcosa di strano coi cappelli da cowboy, Windsurf e Snowboard, vuoi sfatare una volta per tutte il mito del giocatore da tavolo poco incline allo sport?
Ahahah quello coi cappelli da Cowboys si chiama line dance che erroneamente molti chiamano country. Beh io arrivo da anni di gare e insegnamento sia nel caraibico che nella line dance uniti ad una passione per gli sport all’aria aperta, trovo che il gioco da tavolo sia il giusto allenamento per la mente come lo sono gli sport per i muscoli ed il ballo per la coordinazione e l’autostima un mix perfetto insomma!!

Come spiegatore hai partecipato a tante fiere, ci racconti qualche aneddoto divertente?
Beh alle fiere come anche tu avrai potuto apprezzare sono celeberrimi i miei cinque min e arrivo e poi finisco a provare un titolo per la strada, più che altro mi impegno a dare al ruolo di dimostratore quello che ho sempre fatto nelle lezioni di ballo ovvero cercare di coinvolgere e divertire i presenti non bombardandoli di sole nozioni ma renderli partecipi di un momento divertente e coinvolgente. Amo ispirarmi per rendere l’idea a come Bonolis conduce i suoi show ovvero coinvolgendo continuamente gli astanti , rendendoli protagonisti.

Una persona che ti conosce molto bene mi ha detto di chiederti cosa ne pensi di Egizia?

Ahahahahah stiamo parlando di Francesco! C’è un aneddoto su questo fatto, devi sapere che prima che nascesse la sua bimba il buon Fra frequentava assiduamente la Gilda e ogni sera lui portava la sua copia di Egizia nel suo zainetto… Poi ogni sera suonava la sua litania: “…ragazzi se però invece volete fare una partita ad Egizia…” Beh per un anno e mezzo non si è mai giocato ad egizia tanto che l’ha riportato a casa sua giù a Roma . Povero , pensare che poi Egizia e’ un bel titolo valido…

E’ vero che per farti un regalo di compleanno ogni volta deve riunirsi un simposio di esperti? Qual è stato il più bello?

No, sono stati tutti belli perché so che ci hanno passato del tempo a studiarci su , sarebbe ingiusto dirne solo uno. Il simposio serve solo per evitare di prendere qualcosa che ho già visti i numerosi titoli nei miei scaffali. Per il resto i miei amici conoscono fin troppo bene i miei gusti e ci azzeccano sempre!

Qual è il miglior autore esordiente secondo te?

Mah esordiente , posso dirti che amo diversi autori che spaziano indifferentemente dell’american al german duro e puro, come esordientissimo Francesco Testini tutta la vita!

Facciamoci qualche nemico, dimmi quali sono le cose che non sopporti nel mondo dei giochi da tavolo? Puoi fare anche nomi e cognomi

Nomi e cognomi eviterei, odio quelli che giocano cattivo che non perdonano niente a nessuno , quelli iper competitivi , quelli che barano, quelli che stanno su messenger e quando tocca a loro non sanno che cosa stanno facendo, quelli che buttano merda su un titolo perché hanno letto che è brutto , quelli che guardano in che posizione e’ un gioco so bgg prima di decidere se giocarci, quelli che… Devo andare… e la partita non è finita e quelli che …ma cos’è quelle cose tipo Monopoli che giocavo da bambino ??….

Qual è il tuo gioco preferito?

Al momento sicuramente Twilight Struggle per la mole di partite fatte ma nella mia top ten trovano posto Dominant Species,  Mage Knight, Archipelago, Burgundy, Bruges ovviamente, Legendary, AGOT cardgame, Caverna, Terra Mystica, Corsari dei Caraibi…

Vuoi dare qualche consiglio agli editori?

Mah, alcuni li conosco personalmente tipo Asterion e Pendragon e devo dire che stanno facendo un lavoro eccelso per quello che è la realtà ludica del nostro paese… Consigli? Uno che gioca il giovedì a calcetto dovrebbe dare dei consigli a Cristiano Ronaldo???

Cose Strane

Cose Strane

Vuoi dare qualche consiglio agli organizzatori di fiere?

Si, Lucca Comics and Games , dividete boardgames dai video games ve ne prego!!!!! Poi gli Asterion gaming day come esempio per tutti! Incommensurabili!!!

Perché i tuoi compagni di gioco ti chiamano il maestro?

Perché  amo l’insegnamento in generale, penso che se qualcuno ha una conoscenza di qualcosa qualsiasi cosa , sia meraviglioso trasmetterla ad altri e vedere la loro gioia nell’apprendere. Diciamo che sono quasi sempre io quello che studia i nuovi giochi ma mi piace veramente molto lo studiare un nuovo titolo capirne le meccaniche e sviscerarne le ambientazioni… Tutto questo per poi poterle trasmettere agli altri e divertirci tutti insieme anche se il più delle volte amo fare da master e seguire la partita correggendo ed aiutando chi si perde qualcosa.

Visto che le sai tutte, decidi una domanda e marzullianamente dacci pure una risposta

Allora… 

Si rimorchia di più a fare il dimostratore o il maestro di ballo? Maestro di ballo of course!

Se siete arrivati fin qui è evidente che Marco Bisterzo vi ha pagato. Per consolarvi vi consiglio la lettura di due interviste decisamente meglio riuscite. Quella all’autore di Papecarz e quella all’autore di Bomarzo. Buona Lettura e Buon Gioco.

Segui Giochi & Giocatori su Facebook su Twitter e su Instagram

Share.

About Author

5 commenti

  1. Simone M. on

    Ho avuto l’onore di conoscere Marco al Jolly Joker e di giocare con lui, il Dado Critico e RedBairon a Vanuatu.
    Persona splendida e grande conoscitore di giochi.
    Condividiamo la passione per Twilight Struggle… vorrà dire pur qualcosa, no?

    Un abbraccio

Leave A Reply