Giochi e Giocatori, le interviste: Flavia e Alberto

0

Flavia-Alberto-Intervista

Ho pensato di riprendere la mia serie di interviste ai giocatori, mi sembra un bel modo di parlare di giochi da tavolo e di conoscerci tra di noi. Per ricominciare non potevo scegliere di meglio di Flavia e Alberto che ho conosciuto a Lucca Comics and Games edizione 2016 e che spero di ritrovare quest’anno. Buona Lettura.

Vi siete conosciuti intorno ad un tavolo da gioco oppure era la passione di uno dei due che poi l’ha trasmessa all’altro/a?

Alberto: Ormai son passati ben 10 anni da quando ci siamo conosciuti, complici la spiaggia e una festa a base di chitarre e sangria. Ognuno aveva la passione per i gdt, ma purtroppo dormiente per vari motivi. Però Flavia aveva nella sua casa a Genova una scatola di Carcassonne, così me lo ha fatto provare e da li si è riaccesa la fiamma della passione per i giochi in scatola, fino ad arrivare ad una vera e propria malattia. Un piccolo aneddoto sull’inizio della nostra storia riguarda i week end. Quando lei tornava a casa sua e, non potendoci vedere, ci collegavamo su BrettspielWelt a giocare a Carcassonne, passando così le serate comunque “vicini”.

Flavia: Tolto SuperCluedo, non ho mai avuto molte possibilità di giocare ai gdt, perché in casa mia non interessavano a nessuno. Grazie al padrino di mio figlio, in un piovoso giorno di febbraio ho comprato Carcassonne da Hamleys e da lì è nato tutto. A fine anno vantavo già un fidanzato e 4 nuovi gdt.

Qual è stato il tuo primo gioco da tavolo?

Alberto: Il mio primo gioco da tavolo, se non ricordo male, dovrebbe essere stato Crack, a cui è seguito Hotel e l’Isola di fuoco. (Giochi che per mia fortuna sono ancora in buone condizioni)

Flavia: Direi SuperCluedo, che giocavo con la figlia della cugina di mia mamma (Ciao Fede!).

Quali sono i tuoi giochi preferiti e perché?

Alberto: Mi piacciono principalmente i giochi di piazzamento lavoratori per poter ottenere cose, con cui costruisco altre cose e mi permettono di ottenerne altre. Quindi solo per citarne qualcuno Tzolkin, Village, Kepler, Agricola, Puerto Rico… senza dimenticare ovviamente il mio autore preferito Stefan Feld (di cui manca solamente Strasburg, Isla e Jorvik per completare la collezione).

Flavia: Che domanda difficile! Se dovessi tenerne solo 5 della nostra collezione, sceglierei TTR Europa, Bruxelles 1893, Grand Hotel Austria, Targi, 7 Wonder duel, Castle of Burgundy, Trajan, Luna, Russian Railroads, Five Tribes, Time Stories,… occhei, occhei non sono 5…

Il primo gioco che avete comprato insieme?

Alberto: Comprato… più precisamente regalato, nel senso che dopo Carcassonne, la Flavia (che sui giochi ha la vista lunga) aveva adocchiato Ticket To Ride e gliel’ho regalato al nostro primo Natale da coppia.

Flavia: il primo scelto assieme, non lo ricordo, ma i primi che ci siamo vicendevolmente regalati sono stati TTR, Catan, Bang e Alta Tensione.

Qual è l’evento/fiera a cui ti piace di più partecipare?

Alberto: Il numero di fiere/evento a cui pensare non sono molte purtroppo. Mi piace certamente Albenga Dreams (fiera rivierasca estiva) dove la Tana dei Goblin di Imperia porta i suoi giochi e, mollando i pupi ai nonni per tutta la durata della fiera, ci possiamo godere appieno i titoli proposti.

Flavia: Abbiamo partecipato a poche fiere, molto belle e coinvolgenti, ma non disdegno l’appuntamento settimanale con i nostri amici di sempre…

Piccoli cubetti all'opera

Piccoli cubetti all’opera

Come riuscite a gestire gli impegni della vita matrimoniale con la passione per il gioco, in poche parole come trovate il tempo per giocare?

Alberto: Bella domanda questa… sicuramente con i due piccoli cubetti il tempo di gioco si è ristretto molto. In più il lavoro da insegnante di Flavia  fa si che alle volte debba passare le serate a correggere compiti, prepararsi per le lezioni etc.. Ma comunque almeno una serata o due a settimana riusciamo a giocare. Ovviamente non sono giochi lunghi (dove per lunghi intendiamo sopra alle 2 ore e mezza), perchè possiamo sederci al tavolo solo dopo che i cubetti dormono (circa le 21.30/22).

Flavia: preghiamo… preghiamo che i bimbi vadano a letto presto e che Maury e Chiara siano presenti nella stessa sera!

Giochi solo ai giochi da tavolo e di carte oppure hai altre passioni ludiche?

Alberto: Come passione ludica vale qualunque gioco con i piccoli cubetti? Allora si ne ho anche altre ehehe

Flavia: adoro gli origami, disegnare, suonare, tagliare, incollare, colorare… come i bimbi piccoli!

C’è un gioco che ti piacerebbe avere e che non sei riuscito a trovare?

Alberto: In questo momento sono molto soddisfatto della mia collezione, quello che mi è piaciuto è sempre arrivato in un modo o nell’altro. Ultimamente ho un scimmia verso Le Havre e La Granja, ma per quest’ultimo Flavia per il mio compleanno mi ha regalato la versione pocket di dadi. Che tesoro che è!

Flavia: In questo momento no…

Che tipo di giocatore sei?

Alberto: Un giocatore competitivo, di quelli che subito può arrabbiarsi se perde, ma anche che gli passa velocemente. Credo di non aver preso ancora la malattia della paralisi da analisi, il che non è un male anzi. E sopratutto che gli piacerebbe giocare sempre, mattina, pomeriggio e sera.

Flavia: Un giocatore a cui non interessa vincere, ma provare sempre nuove strategie, per sondare tutte le strade, anche le mosse “perdenti”!

C’è un gioco o un’ambientazione particolare che ti piacerebbe vedere sugli scaffali?

Alberto: in questo momento no, mi piace l’ambientazione spaziale ma Kepler e Terraforming Mars hanno soddisfatto la mia scimmia.

Flavia: diverso da quello che già esiste? Visto che è appena uscito “origami”, direi di no! O forse si… qualcosa che riguardi Terence Hill (lovelovelove) o qualche fumetto che adoro tipo Calvin&Hobbes.

Flavia-Alberto-Intervista-3

Cosa ti piace dei giochi da tavolo?

Alberto: Il poter stare assieme ad altri al tavolo per passare del tempo, usando il cervello. E sperimentare le nuove meccaniche proposte nei nuovi titoli.

Flavia: l’atmosfera, il fatto di utilizzare le proprie abilità logiche (o illogiche) stando a tavola con amici che condividono questo piacere.

Preferisci i giochi alla tedesca o quelli all’americana?

Alberto: Assolutamente i giochi alla tedesca, amo piazzare e usare cubetti per far cose.

Flavia: Tedeschi

Nei giochi dove è prevista la scelta di un colore giochi sempre con lo stesso?

Alberto: Di solito si, uso quasi sempre il blu oppure in mancanza il giallo o il bianco.

Flavia: Prima scelta il giallo, la seconda scelta è quello che scartano gli altri (tipicamente il bianco o il viola).

C’è un gioco nel quale ti senti di poter competere con qualsiasi giocatore?

Alberto: Mmm… fammici pensare… forse Vanuatu perchè vinco quasi sempre, ma dovrei cimentarmi con altri giocatori per abbassare velocemente la testa 😛

Flavia: Ovviamente tutti.

Avete mai litigato per una partita?

Alberto: Ohhhh come no, fa parte del rapporto di coppia. Soprattutto perchè io ricordo al 90{45a53e705f98b6823220a281a6597077c8b3ad20ccbff6d88db276be4813c7cd} le regole di un gioco che non viene intavolato da molto, mentre Flavia lo ricorda al 10{45a53e705f98b6823220a281a6597077c8b3ad20ccbff6d88db276be4813c7cd}. Il risultato è che durante la partita quel 10{45a53e705f98b6823220a281a6597077c8b3ad20ccbff6d88db276be4813c7cd} che non ricordavo era ovviamente fondamentale e li scoppia il putiferio. Ma la colpa è mia che il gioco lo devo ripassare prima di riapparecchiarlo.

Flavia: Si, normalmente non gioco in maniera competitiva, ma se Albe perde per qualche “sgarro” poco elegante mette su il muso e io mi arrabbio perché si è arrabbiato…

Chi vince più spesso?

Alberto: Di solito la prima partita la vinco io, poi lei capisce il gioco meglio di me e mi bastona sonoramente.

Flavia: Veramente di solito io vinco la prima partita e mai più le altre…

Giochi e Giocatori: che bello l’accordo tra moglie e marito 🙂

Siete sempre d’accordo sui giochi da comprare?

Alberto: Di solito si, anche se sono fortunato ed è lei che sceglie i migliori. A quel punto perchè dirle di no?

Flavia: Diciamo che compriamo giochi su cui siamo d’accordo, con rare eccezioni. Abbiamo già molto titoli ingiocati per mancanza di tempo, sarebbe un peccato averne altri perché non piacciono a uno dei due…

Quanti giochi hai nella tua collezione?

Alberto: Dobbiamo proprio rispondere? In questo momento, aspetto che guardo su bgg… sono quasi 250, ma sono comprese anche le espansioni, tipo la singola carta in più. Ma ne sono in programma almeno 4 in entrata e vorremmo circa farne uscire almeno una ventina.

Flavia: Per le note tecniche bisogna chiedere ad Albe

Il prossimo gioco che comprerai?

Alberto: Wendake di Danilo Sabia della Placentia e Brasil del duo portoghese autori di Nippon.

Flavia: Origami, ma prima lo vorrei provare.

Eccoli qui subito dopo aver comprato un gioco che cercavano da tempo :-)

Eccoli qui subito dopo aver comprato un gioco che cercavano da tempo 🙂

Comprate mai su Kickstarter? Cosa ne pensate di questa piattaforma?

Alberto: Si abbiamo comprato su Kickstarter, assieme ai due citati precedentemente abbiamo anche preso Clan of Caledonia. Si risparmia qualcosina e si ottiene anche qualcosina in più.

Flavia: Mi piace l’idea di fondo di Ks, dare fiducia a chi ha delle idee, ma sono mezzosangue genovese e mezzo brianzolo… preferisco un gioco usato a metà prezzo che un Ks non playtestato.

Quale sarà il gioco del 2017?

Alberto: Ovviamente Brasil, altrimenti che lo compro a fare ehehe. Noooo l’hanno spostato al 2018. Ora mi tocca cambiare titolo. Andrò sulla tradizione: Merlin, ma solo perchè è di Feld

Flavia: Time Stories

Grazie mille a Fabio per l’opportunità di questa intervista.

 

Grazie a voi ragazzi. Se volete seguire le peripezie ludiche di Flavia e Alberto vi consiglio la lettura del loro blog Cubetto World e vi lascio con il consueto Buon Gioco.

 

Segui Giochi & Giocatori su Facebook su Twitter e su Instagram

Share.

About Author

Leave A Reply