Agra, anteprima del gioco di Michael Keller

0
Foto Agra - BGG

Foto Agra – BGG

Agra è un gioco da tavolo, per 2-4 giocatori, che verrà presentato alla prossima edizione della Fiera di Essen prevista per l’imminente mese di ottobre. L’autore di Agra è uno dei due di La Granja un gioco che io ho amato molto e quindi mi sono precipitato a leggere il regolamento in vista di un possibile acquisto. L’ambientazione è l’India della fine del 1500 sotto il regno di Akbar il Grande.

Lo scopo del gioco è quello di guadagnare il più possibile soddisfacendo gli ordini di merci delle varie gilde, dell’Imperatore e dei vari Notabili che da ogni parte del regno fanno rotta, si viaggia lungo un fiume, verso la città imperiale.

Agra si svolge lungo un numero non predeterminato di turni. La partita finisce quando scattano alcune condizioni: viene soddisfatto un contratto di quarto livello dato da un Notabile, l’influenza di un giocatore raggiunge il livello massimo possibile, la colonna degli ordini di una delle tre gilde presenti nel gioco è completamente occupata dai segnalini dei giocatori.

Tutto quello che si è prodotto e ottenuto durante il gioco viene tradotto in rupie, la moneta indiana, e si va a sommare alle rupie effettivamente guadagnate. Chi ha più rupie vince. Da notare che le monete durante il gioco vengono tenute in un sacchetto e nascoste dalla vista degli altri giocatori.

Ogni turno di gioco si divide in tre parti: fase meditazione, fase azione, fase ordini. Durante una di queste fasi il giocatore può effettuare un numero variabile di azioni secondarie ottenibili spendendo risorse di lusso e favori.

Le risorse in gioco sono di tre tipi: quelle base che vengono prodotte dal giocatore nella sua struttura e quelle avanzate e di lusso che si producono negli edifici sul board principale. In Agra avremo da gestire sostanzialmente tre board. Quello principale, quello personale del giocatore e il board delle gilde e del palazzo imperiale che è un cartonato sullo stile di Pozioni Esplosive.

La meccanica di base è il piazzamento lavoratori a cui si aggiunge una parte consistente di gestione delle risorse. Il regolamento di Agra è veramente importante per cui non sarebbe nemmeno giusto in fase di anteprima ammorbarvi con tutte le regole e regolette. Siamo di fronte chiaramente a un gioco per giocatori.

Durante la fase di meditazione il giocatore può rinunciare, coricandoli, a un certo numero di lavoratori che ha già piazzato sul board. Questi lavoratori non potranno svolgere azioni ma produrranno punti meditazione. Il numero di questi punti dipende dalla posizione del giocatore sul tracciato meditazione. Con i punti meditazione si potranno svolgere alcune azioni presenti nel circolo della meditazione. Tra queste l’azione “Muovere il lavoratore” sarà sempre disponibile. L’ultima azione eseguita dal giocatore verrà interdetta al giocatore successivo e non si libererà fino a quando qualcuno non utilizzerà i punti meditazione e ne bloccherà un’altra. Le azioni servono principalmente a produrre, scambiare e spedire beni oppure ad ampliare la capacità produttiva della propria fattoria.

Il Board Principale di Agra - Foto BGG

Il Board Principale di Agra – Foto BGG

La fase azioni si svolge principalmente sul board centrale, ogni giocatore fa una sola azione principale. I lavoratori si possono mandare a lavorare sugli spazi azione presenti in città anche se occupati da lavoratori propri o di altri giocatori. In questi casi è previsto un sistema di rimborso/pagamento. Oppure negli spazi dove sono presenti due personaggi non giocanti: il mercante e il costruttore. Entrambi danno qualche potere speciale e poi si spostano lungo il percorso generando dei piccoli bonus per chi visiterà questi spazi in seguito.
Oppure i lavoratori si possono mandare in visita nei palazzi costruiti o da costruire e nei negozi dell’architetto, del mercante, del sarto o del botanico. Con queste azioni si potranno costruire palazzi, scambiare beni, ricavare beni, migliorarli lungo un percorso predefinito da base ad avanzato a lussuoso. Si potranno soddisfare gli ordini delle gilde e dei notabili nonché dell’imperatore. Migliorare la propria influenza, migliorare la propria fattoria, guadagnare punti meditazione e altro.

Le azioni secondarie servono a recuperare risorse e lavoratori senza consumare l’unica azione per turno a disposizione. Per effettuarle bisogna, in genere, pagare con merci lussuose e favori che non sono esattamente semplici da recuperare.

La fase ordine è quella più automatica. Si possono completare, con modalità leggermente differenti, gli ordini di beni fatti dall’imperatore, dalle gilde e dai notabili. Completare questi ordini dà diritto a dei bonus che possono essere monetari oppure dei poteri istantanei o duraturi. Il completamento dei contratti dei notabili porta avanti anche la barca lungo il fiume, la terza parte del board principale, che può segnare la fine della partita giungendo a destinazione. L’avanzare della barca provoca dei cambiamenti nel gioco. Nella tipologia degli ordini completabili influisce anche l’influenza accumulata dal giocatore.

Board Palazzo Imperiale da montare - Foto BGG

Board Palazzo Imperiale da montare – Foto BGG

A grandi linee questo è il funzionamento di Agra. Con tutti i limiti di un’anteprima legata solo alla lettura e alla comprensione delle regole mi sento di dire che il gioco gode di una componentistica notevole, la grafica è dello stesso grafico di Le Leggende di Andor, e di meccaniche abbastanza rodate. L’interazione, pochina, è solo indiretta. La fortuna credo sia sostanzialmente assente da questo gioco.

Dal regolamento, però, traspare una complessità tra sistemi di produzione, evasione degli ordini e gestione delle azioni che non depone molto a favore del divertimento. C’è un forte rischio che arrivati alla fine delle 2-3 ore necessarie per portare a termine una partita si sia piuttosto insoddisfatti. Lo inserisco senza dubbi nella categoria dei giochi da provare prima e poi eventualmente acquistare perché vale sempre l’assunto che leggere il regolamento è un conto, giocarci un altro.

Le foto sono tratte dalla pagina di BoardGameGeek dedicata ad Agra e se volete leggere un’altra anteprima di Agra potete fare un giro sulla Tana dei Goblin. Per le anteprime Kickstarter date un occhio a The Island of El Dorado. Buona Lettura e Buon Gioco.

Segui Giochi & Giocatori su Facebook su Twitter e su Instagram

Share.

About Author

Leave A Reply