Clans of Caledonia, anteprima Lucca Comics and Games

0

Clans of Caledonia è un gioco da tavolo per 1-4 giocatori della durata variabile da 30 a 120 minuti. Il gioco è ambientato in Scozia nel diciannovesimo secolo. Si tratta di un gioco che simula il passaggio dell’economia scozzese da rurale a industriale-commerciale. I giocatori gestiscono ognuno un clan che sono tutti diversi tra loro. Quindi siamo davanti a un gioco che ha una partenza asimmetrica.

Una partita a Clans of Caledonia si sviluppa lungo cinque round. Ogni round è formato da quattro fasi: fase di preparazione, fase azioni, fase produzione, fase punteggio. Come si può facilmente dedurre la fase più importante è quella dedicata alle azioni per cui mi soffermerò solo brevemente sulle altre tre.

Il gioco si sviluppa su un board componibile che varia ad ogni partita, sul mercato, sulle esportazioni e sui board personali che rappresentano il clan. Ogni clan gestisce pecore, mucche, distillerie, caseifici, distillerie, mercanti, lavoratori che possono diventare minatori o boscaioli.

La fase di preparazione serve a sistemare i vari board per il nuovo round e si salta nel primo round perché c’è il setup iniziale dove ogni clan piazza due lavoratori. Nella fase di produzione i vari lavoratori e le varie strutture del clan producono beni e sterline. Nella fase di punteggio il token punteggio, che varia ad ogni round, sancisce l’ammontare di punti gloria di ogni clan in base ai traguardi raggiunti. I punti gloria alla fine vengono tradotti in punti vittoria.

Veniamo alla parte centrale. La fase azioni. Le azioni possibili sono sette più una, l’ottava, che è il passare. Chi passa per primo prende più sterline e diventa il nuovo primo giocatore, chi passa per secondo prende un po’ meno sterline e sarà il secondo giocatore ecc.

Le azioni possibili sono: commercio, ottenere un contratto di esportazione, espandersi, migliorare la spedizione, migliorare la tecnologia, assoldare un mercante e completare un contratto di esportazione. Si possono fare più volte le stesse azioni.

Board Giocatore - Foto BGG

Board Giocatore – Foto BGG

Il commercio è molto simile a quello che abbiamo visto in Navegador. Si possono vendere o comprare dei beni. Bisogna scegliere un solo bene da commerciare per azione. Il numero di beni da vendere e comprare dipende dai mercanti utilizzati. Se si vende il prezzo scende se si compra il prezzo sale.

Ottenere un contratto di esportazione è molto semplice è sufficiente pagare il costo che cambia a seconda del round di gioco. Si può avere al massimo un contratto alla volta.

L’espansione è molto simile a quanto visto in Terra Mystica. Bisogna posizionare una propria pedina pecora, mucca, minatore, boscaiolo, distilleria, forno, campo o caseificio nei pressi di un’unità già posizionata. La vicinanza può essere la classica adiacenza o comunque nei limiti della capacità di spedizione del clan. Se ci si espande nelle vicinanze delle unità di un altro clan allora si ottiene un’azione di commercio gratuita a condizioni molto favorevoli. Il bene che si può commerciare è quello dell’unità del clan vicino. Quando si utilizzano tutte le pedine di un tipo si ottengono dei bonus.

Si possono migliorare le capacità di spedizione il che permetterà di estendere il concetto di vicinanza anche alle terre separate dai fiumi che inizialmente sono invalicabili.

Migliorare la tecnologia serve ad aumentare la capacità produttiva dei minatori e dei boscaioli.
Assumere un mercante ha un costo in sterline lo si paga e si può subito utilizzare il mercante nelle azioni di commercio.

Completare un contratto d’esportazione significa eliminare dei prodotti dal board o dalle proprie riserve. Completare un contratto porta a dei bonus. Alcuni prodotti, tipicamente le pecore e le mucche, possono essere macellate solo con questa azione per completare particolari contratti. I bonus in genere sono soldi, espansioni gratuite e upgrade gratuiti.

Sul board ci sono, ai quattro angoli, dei porti. Avvicinarsi ai porti comporta dei bonus che si possono utilizzare una volta per partita. Alla fine si fanno punti più o meno con tutte le risorse disponibili a cui si va ad aggiungere anche un punteggio relativo all’insediamento più grande. L’insediamento è formato dalle unità dello stesso clan adiacenti tra loro e/o raggiungibili con la capacità di spedizione.

Board Componibile - Foto BGG

Board Componibile – Foto BGG

A grandi linee questo è Clans of Caledonia. Considerando che i clan, i token punteggio, i porti e i contratti sono più di quelli che servono così come le tessere board. Il che comporta una certa variabilità. Dalla lettura delle regole traspare sicuramente un gioco per giocatori con meccaniche non originali ma che sembrano comunque ben amalgamate. La componentistica è di livello con molto legno a disposizione dei giocatori.

È il classico gioco che gli amanti del genere non possono farsi sfuggire e che tutti gli altri magari vorranno provare e per fortuna potremo farlo a Lucca ed Essen e in giro per l’Italia perché la Red Glove presenterà l’edizione italiana proprio in occasione delle due grandi fiere autunnali. Se volete un altro parere vi consiglio questa anteprima della Tana dei Goblin o la pagina ufficiale del Kickstarter. Buona Lettura e Buon Gioco.

Segui Giochi & Giocatori su Facebook su Twitter e su Instagram

Share.

About Author

Leave A Reply