Tsukuyumi – Full Moon Down, anteprima Kickstarter

0

Tsukuyumi – Full Moon Down è un gioco da tavolo per 3-6 giocatori della durata prevista di 90-120 minuti. Attualmente il gioco, opera prima della Racoon Games, è su Kickstarter ed ha già raddoppiato la cifra necessaria alla pubblicazione quando mancano ancora dodici giorni alla chiusura della campagna. Tsukuyumi – Full Moon Down è un german game di conquista del territorio. Lo scenario è quello di un’umanità sull’orlo dell’estinzione che ha subito anche diverse mutazioni. È ancora possibile ribaltare la situazione riuscendo a conquistare la luna posizionata tra il Pacifico e le montagne rocciose.

A disputarsi il dominio su quel che resta dell’umanità saranno sei fazioni tutte diverse tra loro. Ognuna caratterizzata da poteri, armate, obiettivi e abilità differenti. Il gioco presenta tre modalità. Si può giungere alla vittoria dominando, maggior numero di punti dopo 3-4-5 turni di gioco, oppure mostrando superiorità, cioè raggiungendo un numero di punti vittoria predeterminato, o infine controllando il territorio, una modalità valida solo per due giocatori.

Siamo di fronte ad un card driven. Ogni giocatore pesca sei carte azione, ce ne sono più di quelle necessarie, e ne sceglie una per il turno da svolgere. Alla fine del turno passa le altre cinque al giocatore alla propria sinistra. Le carte azione sono caratterizzate da una fase azione bianca comune per tutti che si esegue per prima. Poi si porteranno a termine le fasi blu, verde e rossa che cambiano da carta a carta.

Le azioni riguardano il cambio d’iniziativa, il movimento, l’uso di effetti fazione, il reclutamento di nuove unità, l’utilizzo delle carte evento e il combattimento. Non è detto che tutti i giocatori abbiano azioni all’interno di ogni fase. Il turno si svolge una fase alla volta. L’unica restrizione è che il movimento va fatto sempre prima del combattimento. Durante la fase azione si muoveranno anche gli Oni che sono la fazione della luna le cui azioni saranno a cura dei giocatori non attivi in quel momento.

Sono particolari gli eventi che possono essere anche conservati per essere giocati in un momento più opportuno. Il combattimento è basato su due carte. L’attaccante ha a disposizione la carta Conquista e la carta Devastazione che sono diverse da fazione a fazione. La carta Conquista punta alla conquista del territorio mentre quella Devastazione va sulla distruzione del nemico. Nel primo caso il combattimento si basa su un confronto tra punti conquista mentre nel secondo si confrontano i classici valori di attacco e difesa.

Il difensore può scegliere, per reagire, uno dei contrattacchi previsti dalla carta giocata dall’attaccante. Una tipologia di combattimento piuttosto interessante. Il modo principale per fare punti è conquistare i territori. Ne esistono di vari tipi e ognuno dà punti a seconda della tipologia di terreno. A questi punti si aggiungono quelli dovuti al completamento delle missioni, ogni fazione ne mette in gioco una casuale che possono completare tutti, e al completamento degli obiettivi di fazione. Si possono fare punti anche mantenendo il possesso del centro della Luna o soddisfacendo le richieste specifiche della propria fazione. Insomma una bella varietà di soluzioni.

Tsukuyumi Full Moon Down sembra il classico gioco facile da spiegare e difficile da giocare bene. È profondamente asimmetrico e per questo andrebbe giocato con le varie fazioni prima di essere giudicato. Le premesse per un titolo interessante per gli amanti dei giochi con interazione diretta e meccaniche german ci sono tutte. L’idea del card driven differenziato con l’aggiunta del draft è molto intrigante così come le carte battaglia con cui l’attaccante, sostanzialmente, sceglie il costo che vuole dare alla guerra. Gli elementi per una grande variabilità ci sono tutti. Resta da vedere, considerando il fatto che è un primo progetto, se il tutto fila liscio come si presume. La componentistica e la grafica sembrano buone. Interessante la scelta di preferire le standee alle miniature per le armate delle varie fazioni.

Difficile ipotizzare un’dizione italiana. Per maggiori informazioni vi rimando alla pagina della campagna Kickstarter. È disponibile anche una versione print&play del gioco. In attesa delle anteprime da Essen che cominceranno mercoledì vi lascio con la lettura di quella dedicata a The Expanse. Buon Gioco.

Segui Giochi & Giocatori su Facebook su Twitter e su Instagram

Share.

About Author

Leave A Reply